<link rel="stylesheet" href="//fonts.googleapis.com/css?family=Roboto%3A400%2C400i%2C700">Modello Scadenza 730 — novità nel anno 2019, dichiarazione, scadenza 730 precompilato online e come funziona
Scadenza 730 precompilato online

SCADENZA MODELLO 730: COSA C’È DA SAPERE

Tra gli argomenti fiscali più importanti e che interessa tante persone occupa un posto di rilievo sicuramente quello che riguarda la scadenza 730.

Infatti, come ben sappiamo, intorno a questo argomento, spesso ci sono molte discussioni e soprattutto molta disinformazione.

Parte introduttiva

Inoltre non si può trascurare il fatto che dal punto di vista politico ed economico ci sono state tante variazioni e tanti cambiamenti, soprattutto dal momento in cui si è insediato il nuovo governo, che inevitabilmente ha rimescolato le carte.

La Legge di Bilancio del 2019 ha portato dei cambiamenti e novità, con un unico e obiettivo ambizioso: fare in modo che si evitino confusioni, proroghe e slittamenti, tipici e frequenti degli anni precedenti e che hanno creato molti malumori tra le persone, specialmente in relazione alle scadenze fiscali.

Perchè sapere queste novità?

Vedremo quindi quali saranno le novità per quanto riguarda la scadenza 730 precompilato on line. Queste notizie bisogna conoscerle per evitare di incorrere in errori, che crerebbero problemi nel medio e lungo termine e che possono portare conseguenze spiacevoli per la persona.

Sicuramente una delle cose più sagge da fare è quella di scegliere un commercialista valido e di fiducia, che abbia la professionalità e la cura, nel guidare il suo cliente nei vari passi burocratici, indispensabili per essere in regola dal punto di vista fiscale.

Chi sceglierà con superficialità il commercialista, puntando magari al guadagno e non sulle competenze e la professionalità, avrà anche da pentirsi.

Quali saranno le novità nel prossimo anno

Il 2019 vede infatti delle importanti novità su questa tematica ed è bene che ognuno ne venga a conoscenza.

Le cose nuove, legate a questo argomento, hanno avuto inizio nel luglio scorso, quando l’Agenzia delle Entrate ha raccolto tantissimi dati, riguardo alle dichiarazioni precompilate on line e attraverso il sistema denominato Sistema Tessera Sanitaria.

Queste informazioni riguardano tanti punti e tutti molto importanti e che vedremo insieme, in maniera dettagliata, perché può essere molto utile conoscere questi dati per farsi un’idea precisa ed evitare di essere disinformati.

Calcolo dei dati

Innanzitutto sono state raccolte 10 mila dati riguardanti le erogazioni liberali, che sono state una delle novità del 2018.

Altra nuova entrata inoltre ha come tema la retta degli asili nido e anche qui si parla di circa 500 mila dati raccolti.

A ciò si aggiungono le info ricavate dai sati sulle spese universitarie e sui rimborsi che si hanno in relazione alla spese sanitarie: si sta sui 3 milioni di informazioni.

E i dati arrivano anche sugli elementi ricavati dal bonus ristrutturazioni, si parla di circa 16 milioni di bonifici, oppure dai premi assicurativi che si attestano su una cifra simile.

Scadenza 730 integrativo

Sulle spese sanitarie però si hanno i dati maggiori, ben 720 milioni: infatti esse riguardano gli acquisti in farmacia, gli importi versati presso gli studi medici o in cliniche.

Nell’anno 2019 quindi dobbiamo tenere presente delle scadenze importanti riguardo al 730: quindi quello integrativo, sulla scadenza al caf, quello precompilato online e sulla data di presentazione.

Le date da ricordare

Quando si tratta di dichiarazioni è bene tenere a mente che ci sono delle scadenze da rispettare e che nel caso contrario potrebbero portare delle sanzioni e quindi problematiche con l’Agenzia delle Entrate.

Per questo motivo non bisogna agire da soli ma avere il supporto di professionisti, così da avere un valido aiuto e nessun problema a carattere fiscale.

Il calendario fiscale del 2019 vede l’introduzione di nuove date, ad esempio il modello precompilato che sappiamo essere online e con scadenza 23 luglio 2019.

Tale data è valida sia quando la compilazione viene fatta autonomamente, sia se viene delegata a qualche professionista.

Il modello 730 ordinario scade invece il 7 luglio sempre del 2019, data che slitterà al giorno successivo, lunedì 8. Tale scadenza ha valore anche nel consegnare il modello al sostituto di imposta, perché sennò nel caso ci si rivolgesse al CAF, i termini si allungherebbero fino al 23 luglio.

Tu che leggi l’articolo cosa ne pensi della legge di Bilancio 2019?
RISPONDERE

Consegna modello caf: le nuove date

Considerando queste date in cui consegnare, di conseguenza varieranno anche quelle entro cui gli uffici intermediari faranno pervenire il modello 730 all’Agenzia delle Entrate.

Infatti ad esempio con consegna entro il 24 giugno presso un CAF, poi il modello dovrà pervenire entro la data del 1° luglio.

Invece quando perviene entro l’8 di luglio o comunque nel periodo che va dall’inizio di quel mese fino al 23, il Caf avrò il compito di consegna del 730 entro la data del 23 luglio.

Modello precompilato online: come funziona

Tale modulo non è accessibile da qualsiasi categoria di contribuente e risulta disponibile a partire dal 15 aprile del 2019.

Inoltre si può anche accedervi nuovamente a maggio, quando è necessario fare delle modifiche ai dati se magari erronei o incongruenti.

La trasmissione in modalità online risulta fattibile se si ha accesso al sito con delle proprie credenziali determinate e predisposte:

  1. Pin per accedere al portale personale inps e nei modelli dell’agenzia delle entrate;
  2. Carta nazionale servizi;
  3. Credenziali dispositivi Noipa.

Chi potrà accedere e usufruire di questo modello:

Pensionati e lavoratori dipendenti:Ai quali viene consegnata dall’ente da cui ricevono la pensione o dal datore di lavoro, la certificazione unica 2019 detta anche CU2019.
Produttori agricoli, che nel loro 730 vedono compilata la parte riferita al quadro dei terreni ma senza la presentazione della dichiarazione IVA:Essi devono appartenere all’area Ateco 2007 e non superare un fatturato di 7.000€.

Dichiarazione 730 scadenza

Chi non può uttilizzarlo

Altri invece non possono utilizzare il modello online:

  • Coloro che risultano minorenni nel momento in cui è elaborato il 730 o non risultano idonei dal punto di vista legale;
  • Se per esempio sono possessori di partita IVA e aperta nel 2017 e questa risulta attiva anche per un giorno soltanto, eccetto i produttori agricoli che usufruiscono di forme di esonero:
  • Quei soggetti che nell’elaborazione della dovessero risultare morti;
  • Coloro che nel 2018 hanno presentato un 730 di rettifica o di integrazione.

Scadenza 730 infografica

Tutte le scadenze del 2019

Per riepilogo si possono elencare quelle scadenze che bisogna tenere a mente nel 2019, dovendo presentare il 730:

periodoscadenze
A partire dal 10 maggio del 2019si deve inviare il modello dei redditi precompilato
Nel periodo 28 maggio – 20 giugnopuò essere annullato il 730 già  inviato e fare una nuova dichiarazione
Entro il 2 lugliosi può versare l’acconto o il saldo riguardo al modello dei redditi o sostituto di imposta
20 agosto 2019sia il saldo che il primo acconto si possono versare ma con una maggiorazione del 40%
Entro la data del 25 ottobrepuò essere mandato il modello integrativo
31 ottobrescade il modello dei redditi
8 luglioscade l’inoltro del modello ordinario
23 luglioper mandare il precompilato o per mezzo di CAF o altro professionista
Dal 15 aprilesi può avere accesso al modello online
Entro il 2 maggiol’invio, modifica e accettazione di quello online precompilato
Entro il 24 maggioil tempo utile per l’invio del modello correttivo, o di quello aggiuntivo

Solo rispettando questi termini utili si può non avere problemi con l’Agenzia delle Entrate ed essere dei contribuenti modello.

Tu che leggi l’articolo a quale categoria appartieni?
RISPONDERE
Francesca Lombardi / Caporedattore
Le è piaciuto questo articolo? Condividelo con I suoi amici , per favore
Classifica
( 4 , average 5 from 5 )
Finanzaitalia.net
Commento: 3
  1. Piero

    L’elaborazione del 730 in forma congiunta può essere effetuata anche se il matrimonio risulta contratto sempre nel 2019?

  2. Tommaso

    Se ho un contratto a tempo determinato per un periodo minore di un anno, devo comunque presentare il 730?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Si bisogna presentarlo purché il periodo lavorativo sia compreso da giugno fino a luglio 2019.

Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:
Cliccando sul bottone "Pubblica il commento", io accetto il trattamento dei dati personali e autorizzo la presente politica della confidenzialità.