<link rel="stylesheet" href="//fonts.googleapis.com/css?family=Roboto%3A400%2C400i%2C700">ORARI INPS DELLE VISITE FISCALI: LE NORME E LE LEGGI RELATIVE
orari inps visita fiscale

ORARI INPS DELLE VISITE FISCALI: LE NORME E LE LEGGI RELATIVE

Questo articolo vuole essere una guida per tutti i lavoratori che non hanno ancora le idee chiare su un argomento molto importante e cioè quello che riguarda gli orari inps delle visite fiscali. Non è un tema che si può assolutamente sottovalutare in quanto tra i lavoratori vige una certa disinformazione, che può apportare danni nel breve e lungo termine. 

Sappiamo bene che purtroppo molti lavoratori dipendenti fanno finta di non conoscere le regole relative agli orari per le visite fiscali e quindi tendono a fare i furbi. Ma come vedremo nel corso dell’articolo, le norme e le leggi relative agli orari visite fiscali, per quanto riguarda il 2019, non cambieranno tanto rispetto agli anni precedenti.

Nel prossimo paragrafo andremo a vedere nel dettaglio quali sono gli orari di reperibilità per i dipendenti pubblici e privati. L’Inps nelle ultime settimane ha deciso di pubblicare una guida di orientamento per gli utenti sulle visite fiscali.

Fasce orari e reperibilità

Come prima cosa segnaliamo il fatto che quando un lavoratore dipendente ha problemi di salute e chiede dei giorni di riposo e di malattia, dovrà essere consapevole che la e inoltre visita fiscale potrebbe avvenire già nel primo giorno utile, anche se è abbastanza raro, svariate volte nello stesso giorno e anche per più giorni di fila.

Inoltre è utilissimo sapere che il lavoratore è tenuto a farsi trovare in casa durante gli orari di reperibilità,anche nel weekend, per non rischiare di incorrere in problemi vari, sanzioni disciplinari ed economici.  Nel caso però in cui la persona abbia una giustificazione valida per la sua assenza durante la visita fiscale, come per esempio un  impegno familiare e personale importante oppure una visita medica privata,avrà la possibilità di andare in uno degli ambulatori della struttura territoriale dell’Inps presente nella propria città o nella propria circoscrizione.

La giustificazione dovrà essere valutata e ritenuta credibile dall’organo competente per essere ritenuta valida. La data della visita in trasferta nella struttura territoriale dell’Inps, sarà decisa dallo stesso instituto in base al numero di persone da ricevere in quel periodo, e verrà tempestivamente comunicata all’utente. Per quanto riguarda gli orari visite fiscali dipendenti privati 2019 bisogna rilevare che sono un po’ diversi rispetto ai dipendenti pubblici: infatti la fascia in questione sarà 10-12 e 17- 19, mentre per i lavoratori pubblici saranno 9-13 e 15-18.

Quindi come si può vedere qualche differenza negli orari visite fiscali malattia tra lavoratori pubblici e privati ci sono e l’Inps ha voluto diffonderli, per evitare che ci sia cattiva informazione e confusione per alcune persone. Un altro aspetto rilevante riguarda il certificato medico. Quest’ultimo deve essere fornito dal medico curante del lavoratore e mandato per via telematica all’Inps. Il lavoratore avrà il dovere di conservare con cura il numero di protocollo presente nel certificato stesso.

Questo certificato andrà compilato in un certo modo dal medico il quale dovrà inserire le giuste informazioni. Vediamo quali:

  • Segnalazione e indicazione precisa di un eventuale episodio traumatico;
  • Eventuale indicazione e segnalazione di eventuali agevolazioni che esonerano il lavoratore pubblico o privato dalle fasce di reperibilità.

L’Inps dovrà valutare attentamente questi due aspetti:nel secondo caso bisognerà prendere in esame eventuali fattori che esonerano l’utente da eventuali patologie della Tabella E del DPR n.834/1981. Invece nel primo caso l’Inps dovrà capire se è il caso di iniziare un’azione nei confronti di terzi responsabili. Inoltre ricordiamo che il primo giorno della malattia è quello presente nella data del certificato stesso. Secondo la legge infatti non è valido un certificato retroattivo,cioè dove sono certificati giorni di malattia precedenti alla visita con il proprio medico.

Infine l’Inps ricorda che la versione cartacea del certificato medico può essere valida solo nel caso in cui non si possa praticamente trasmetterlo in maniera telematica.

orari visite fiscali

Orari visite fiscali scuola: novità 2019

La prima cosa importante da ricordare riguardo gli orari visite fiscali insegnanti  è che le fasce orarie di reperibilità sono uguale a quelle relative ai dipendenti pubblici.  Inoltre gli insegnanti devono sapere che la certificazione medica risulterà regolare solo se rilasciata da medici convenzionati con il SSN e invece non saranno regolari i certificati rilasciati dai medici professionisti.

Dal punto di vista economico è da rilevare il fatto che il lavoratore verrà pagato in maniera regolare nel caso di assenza inferiore ai 10 giorni, tranne se parliamo di terapie salvavita, infortuni nell’ambiente lavorativo e causa di servizio.

Andiamo ora a vedere insieme l’elenco delle circolari riguardanti le visite fiscali tempestive in base alle nuove disposizioni Visite Mediche Dipendenti Pubblici della legge n.111 del 15 luglio 2011:

  • L’assenza dal luogo di lavoro dovrà essere obbligatoriamente comunicata entro il primo giorno di malattia;
  • Nella comunicazione bisogna indicare l’indirizzo del domicilio nel quale il lavoratore riceverà la visita fiscale. Inoltre bisognerà scrivere l’orario e presunto periodo di assenza;
  • Se l’insegnante sceglierà di avvalersi di un collega deve ugualmente informare l’ufficio, che fin dal primo giorno potrà inviare il certificato medico;
  • La visita fiscale da parte dell’ASL può essere effettuata all’interno di 2 fasce orarie, a prescindere dall’acquisizione del certificato medico telematico da parte dell’Inps e che può essere rilasciato solo da professionisti convenzionati con il servizio sanitario nazionale.

Tu che leggi questo articolo sei:
RISPONDERE

Visite fiscali 2019: quali sono le cause di esclusione di pubblico impiego?

Quando si parla di esenzione dall’obbligo reperibilità visite fiscali dei lavoratori pubblici bisogna fare riferimento al Decreto Madia del 13 gennaio 2018. Nella prossima tabella andremo a vedere nella prima parte le motivazioni per essere esentati dalle visite fiscali prima del decreto madia e nella seconda parte vedremo i motivi dopo il decreto.

Prima del decreto MadiaDopo il decreto Madia
Una visita fiscale già avuta;

Il riconoscimento della Causa di servizio per una malattia professionale Inail;

Gravi malattie che richiedono particolari terapie salvavita;

Infortunio Inail avvenuto  sul luogo del lavoro;

Malattie e stati patologici legati e connessi al tipo di invalidità riconosciuta.

Malattie e stati patologici legati e connessi al tipo di invalidità riconosciuta, ma solo se quest’ultima è pari e superiore al 67 per cento;

Gravi malattie che richiedono particolari terapie salvavita;

Una causa di servizio riconosciuta e che fa parte delle patologie rientranti nella tabella del decreto del Presidente della Repubblica del 30 dicembre 1981:la novità rispetto a prima riguarderà il riferimento a una norma e a tabelle specifiche.

Orari visite fiscali dipendenti privati 2019: cosa ricordare

Approfondiamo un po’ il discorso relativo alle visite fiscali dei dipendenti privati relativo al 2019. Intanto ripetiamo le fasce orarie di reperibilità e che saranno 10-12 e 17-19 e non bisogna assolutamente scordare che questi orari valgono anche nelle feste comandate, come Natale, Capodanno e Pasqua e anche nelle feste patronali,festivi generici,sabato e domenica.

Inoltre è chiaro che il dipendente privato dovrà farsi trovare presso il domicilio, indicato sul certificato medico nel momento, in cui riceverà la visita fiscale, al fine di evitare sanzioni disciplinari. Questo concetto vale anche nei giorni di riposo e nei giorni festivi,nel caso in cui l’evento morboso in questione è avvenuto prima o dopo tali date.

Il lavoratore privato sarà tenuto ad avvisare il datore di lavoro della sua assenza e rispettare i parametri presenti sul proprio contratto e inoltre dovrà avvisare in maniera preventiva la struttura territoriale di competenza, usando come canale unico e privilegiato il sito dell’Inps.

orari inps infografica

Come funziona la visita fiscale

Andiamo a vedere brevemente come avviene e cosa succede durante la visita fiscale. Il medico incaricato dall’Asl, dovrà come prima cosa analizzare ed esaminare con attenzione il certificato rilasciato al lavoratore dal medico curante e dove ci sono indicazioni sullo stato di salute e dove è presente la diagnosi.

Dopo aver fatto ciò il medico dovrà decidere se prolungare la diagnosi di 2 giorni, se confermarla oppure se rinnegarla, ritenendola poco valida:in questo caso potrà obbligare il dipendente a tornare al lavoro.

Tu che leggi questo articolo conoscevi le fasce orarie per le visite fiscali?
RISPONDERE

Nel caso di alcune specifiche patologie o di dubbi sulla diagnosi,il medico potrà richiedere al lavoratore di sottoporsi a visite specialistiche ed esami supplementari, che egli sarà obbligato ad eseguire.

Nel caso in cui il lavoratore non si trovi in casa e abbia una giustificazione ritenuta valida,  il medico gli indicherà una data e un orario nei quali presentarsi per la visita fiscale, presso l’ambulatorio dell’Asl. Il dipendente dovrà rispettare le indicazioni alla lettera.

orari visite fiscali

Orari visite fiscali per dipendenti assenti per malattia dei bambini

Questo argomento è molto importante ed è sviscerato dal Decreto legislativo del 26 marzo 2001. Il Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e paternità ,afferma che i genitori non sono obbligati a rispettare gli orari delle visite fiscali in quanto essi hanno il diritto di mancare dal lavoro, per il periodo della malattia del figlio che non supera i 3 anni.

Francesca Lombardi / Caporedattore
Le è piaciuto questo articolo? Condividelo con I suoi amici , per favore
Classifica
( No ratings yet )
Finanzaitalia.net
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:
Cliccando sul bottone "Pubblica il commento", io accetto il trattamento dei dati personali e autorizzo la presente politica della confidenzialità.