<link rel="stylesheet" href="//fonts.googleapis.com/css?family=Roboto%3A400%2C400i%2C700">Marca da bollo per passaporto — quanto costa, eliminazione del bollo annuale e come funziona adesso
Marca da bollo su passaporto

MARCA DA BOLLO PASSAPORTO – PERCHÉ SERVE E COSA FARE PER PROCURARSELO

Una delle costanti della vita delle maggior parte delle persone è sicuramente il viaggio.

Viaggiare è necessario a volte per lavoro, a volte per famiglia e anche per divertirsi.

Nell’articolo troverete la risposta alla domanda riguardante l’assoluzione dell’imposta di bollo nel passaporto.

Parte introduttiva

Succede che bisogna  viaggiare e  spostarsi oltre i confini europei: ma per poter fare ciò ed essere in regola bsi dovrà avere obbligatoriamente con se un pezzo di carta fondamentale e cioè il passaporto e ora vedremo che cosa è di preciso.

Esso  ha la funzione di identificare e riconoscere quella determinata persona, come idonea a poter viaggiare ed entrare in stati extra europei. All’interno di questo documento ci sono varie cose:

  • Foto del cittadino;
  • I suoi dati anagrafici per identificarlo;
  • Firma del titolare;
  • Informazioni sulla cittadinanza;
  • Elementi biometrici (in alcuni casi) che aiutino a essere sicuri dell’identità del cittadino.

Hai mai avuto un passaporto?
RISPONDERE

Eliminazione del bollo annuale

Ricordiamo però che  per muoversi liberamente all’interno delle nazioni europee esso non serve assolutamente, ma è sufficiente avere con se un altro documento di identificazione, che può essere per esempio la patente di guida. Però per quel che concerne la marca da bollo su passaporto risulta indispensabile sapere che dal punto di vista delle leggi e delle norme negli anni scorsi ci sono stati cambiamenti.

Forse alcuni di voi si stanno domandando quanto costa la marca da bollo per passaporto.

Prima di anni fa, e cioè giugno 2014, oltre al costo di essa, bisognava pagare il bollo passaporto annuale e cioè 40.29 euro.

Questa tassa decisa dal governo era inserita nel passaporto nella pagina dove era scritto Visa e visti ed era obbligatoria da usare per andare in alcuni paesi fuori da quelli e dell’Unione Europea:

  • USA;
  • Brasile;
  • Egitto;
  • Messico;
  • Maldive;
  • Tunisia;
  • Giappone;
  • Zanzibar.

Il discorso dell’obbligo riguarda quindi solo nel momento in cui c’è da rinnovare esso, che sta per scadere, e chiaramente anche nel momento in cui si procede al primo rilascio.

Bollo passaporto annuale

Come funziona ora il meccanismo?

La prima cosa da ricordare è che ogni persona può stare tranquilla per circa 10 anni, passati i quali, verrà consegnato ad essa un documento totalmente diverso e nuovo di zecca.

Parlando di soldi la situazione è peggiorata per i cittadini: infatti ci sarà un totale da pagare di circa centosedici euro.

Tra questi soldi ci sono circa 73 euro, che riguardano semplicemente la consegna del documento in questione. A questi vanno aggiunti altre quarantadue euro che sono da pagare per avere il libretto.

Questo aumento non è molto sorprendente perché va a compensare per lo Stato il mancato incasso annuale dell’imposta sul passaporto, che costava 40 euro.

Ricordiamo anche che chi per questioni personali, non possa spostarsi per andare a prenderlo da se, se lo potrà far spedire a casa aggiungendo al costo totale altre 8.20 euro. Esso verrà spedito attraverso Poste Italiane.

73 euro:La consegna del documento in questione
42 euro:Da pagare per avere il libretto
altre 8.20 euro:Agguingere al costo totale se non si può spostarsi, facendolo spedire a casa

Dettagli sull’abolizione 2014

Un individuo però che aveva versato quaranta euro di contrassegno, prima dell’abolizione nel 2014 della marca bollo per passaporto, sarà tranquillo e non dovrà versare altri soldi.

Se invece il documento con il passaporto era stato consegnato anche dal giorno dopo, del cambiamento deciso nel 2014 dal Decreto Irpef del 23 giugno 2013, dovrà provvedere a onorare la differenza di 33 euro recandosi presso un tabacchino e acquistare una marca da bollo idonea a questa operazione.

Risulta obbligatorio quindi acquistare la marca da bollo nel tabacchino, ma la legge prevede che si possa procedere al pagamento con un conto corrente aperto alla posta, solo nel caso in cui il cittadino dimostri la totale impossibilità di spostarsi per acquistarla nelle tabaccherie.

Passaporto italiano marca da bollo

Documenti da consegnare per imposta di bollo

Per quanto riguarda il discorso relativo al rinnovo o alla prima consegna del passaporto dovrà avere con se:

  • Modello con domanda compilata che serve per richiedere il passaporto;
  • Un paio di foto del proprio viso, scattate con tempistiche non troppo vecchie;
  • Carta identità o altro documento di identificazione valido;
  • Contrassegno telematico con l’avvenuto pagamento di 73 euro;
  • Prova di pagamento del bollettino da 42 euro.

Quest’ultimo pagamento va fatto sul conto corrente 67422808 e va mandato con l’intestazione ministero dell’economia e finanze. Nella sezione causale avrà inserita la dicitura:

importo per il rilascio del passaporto elettronico

Cosa fare avendo diverse cause del cambiamento del passaporto

La causa del cambiamentoCosa fare
Cambiare il passaporto perché si è rovinato o strappato:portare quello vecchio con se

 

Se a qualcuno lo hanno rubato:basterà avere con se il documento con il quale dimostra di avere sporto denuncia ai carabinieri o alla polizia.
Lo ha semplicemente perso:

Marca da bollo passaporto infografica

Chi legge su Internet marca da bollo per passaporto elettronico si chiederà quando è avvenuto il passaggio al formato digitale.

Ciò è avvenuto circa 10 anni fa ed è stato deciso per snellire le procedure  di controllo che vengono fatte nella frontiera.

Nella pratica esso è preciso a quello di carta e ha all’interno un chip elettronico, che serve a chi si occupa di controllare durante i viaggio, che la persona che lo presenta sia effettivamente quella raffigurata nel passaporto.

All’interno ci sarà anche la firma in digitale ed esso può venire richiesto dal cittadino usando internet nel sito della polizia statale o andando di persona in Questura o nella caserma dei carabinieri del comune nel quale si ha domicilio.

Nel caso in cui il cittadino si trovi in una nazione estera dovrà rivolgersi al ministero affari esteri.

Cosa hai pensato quando hai saputo che nel 2014 è stata eliminata la marca nel 2014?
RISPONDERE
Francesca Lombardi / Caporedattore
Le è piaciuto questo articolo? Condividelo con I suoi amici , per favore
Classifica
( 3 , average 5 from 5 )
Finanzaitalia.net
Commento: 4
  1. Bianca

    Ho il passaporto scaduto, devo ancora acquistare la marca da bollo?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      In realtà oggi è necessario acquistare un contrassegno telematico. Ma nel caso in cui si possedesse una marca da bollo da 40,29 euro, acquistata prima del 2014 e mai utilizzata, si paga solamente un’integrazione telematica di euro 33,21, senza appunto ricorrere al contrassegno sopra menzionato.

  2. Greta

    Sono in possesso di un passaporto valido, ma avevo acquistato la marca da bollo di euro 40,29, questa è rimborsabile?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Secondo quanto si evince dall’art. 37 del Dpr del 26 ottobre del 1972, anche se è stata pagata un’imposta ingiustamente, questa non risulta comunque essere soggetta a rimborso.

Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:
Cliccando sul bottone "Pubblica il commento", io accetto il trattamento dei dati personali e autorizzo la presente politica della confidenzialità.