<link rel="stylesheet" href="//fonts.googleapis.com/css?family=Roboto%3A400%2C400i%2C700">Reddito di dignità — parametri per usufruire del ReD, cosa è importante sapere e chi può accedere
Reddito di dignità

L’ACCESSO AL REDDITO DI DIGNITÀ – FINO A 600 EURO AL MESE PER CONTRASTARE LA POVERTÀ

In un periodo storico, come quello che stiamo vivendo, vengono adottate diverse misure che mirano a dare manforte economico a quelle categorie di cittadini che versano in situazioni economiche difficili.

Il Reddito di Dignità in Puglia è sicuramente uno di questi provvedimenti, che assume un carattere di tipo universalistico.

Significa che chiunque abbia delle difficoltà, anche se solo in maniera temporanea, che si ritrovi al livello inferiore ai parametri minimi economici di reddito per una dignitosa esistenza, può fare domanda di accesso.

A cosa serve

La finalità del Reddito di Dignità, oltre ad essere di tipo economico, quindi ad andare a elevare il potere di acquisto delle persone, ha un aspetto sicuramente molto sociale.

Infatti l’adozione di questa misura fa parte di un percorso che vuole portare ad una maggiore integrazione sociale ed economica, poiché fa parte del cosiddetto patto di inclusione sociale attiva.

Questo patto tra i beneficiari del reddito e i servizi sociali che operano nel proprio ambiente, deve essere sottoscritto in maniera tale da poter accedere appunto alla misura reddituale, comportando la possibilità di seguire dei tirocini o altri percorsi formativi.

Reddito di dignità in Puglia

Cosa è importante sapere

Questa misura è nata con la Legge Regionale in Puglia n.3/2016 e si caratterizza per una durata di 12 mesi. Inoltre ci sono delle informazioni che è bene conoscere a tale proposito:

  • Non si presenta domanda al comune;
  • Non c’è scadenza per la presentazione della domanda, se non l’esaurimento delle risorse che sono disponibili annualmente;
  • La domanda non è ammessa sotto forma cartacea;
  • Ogni informazione inserita e quindi autocertificata subirà la verifica successiva dell’INPS e degli appositi uffici comunali in cui si risiede;
  • Una volta accettata la domanda, il sostegno economico viene reso disponibile su una Carta acquisti.

Il Reddito di Dignità pugliese è un sistema che potrebbe essere adottato anche nelle altre regioni italiane?
RISPONDERE

Chi può accedere

Ogni persona singola o nucleo familiare che risulta residente in Puglia a partire da quando viene presentata la domanda, per un periodo antecedente di dodici mesi, ha accesso al Reddito di Dignità pugliese.

Inoltre bisogna dare la disponibilità a sottoscrivere il patto di inclusione che mira appunto a dare un senso meno assistenzialistico a questa misura, piuttosto a permettere un reinserimento sociale e lavorativo.

Oltre a chi è cittadino comunitario, anche chi è straniero, ma risulta in regola con il permesso di soggiorno e ha un periodo di residenza sempre di dodici mesi come minimo, può accedervi.

La domanda si effettua in modalità telematica su un’apposita piattaforma, oppure usufruendo dei servizi che offrono Caf e patronati.

BeneficiariRequisiti di accesso
Soggetti singoliIsee inferiore a 3.000 euro all’anno
Nucleo familiare di baseIsee inferiore a 3.000 euro all’anno
Nucleo familiare con o senza figli minoriISRE a 3.000 euro e Isee fino a  6.000 euro
Nucleo familiare numeroso(almeno figli minori)ISRE superiore a 3.000 e Isee fino a 10.000 euro
Disabili tra 18 e 64 anni senza supporto familiareIsee minore/uguale a 25.000 euro (inseriti in un percorso specifico)

Cosa viene considerato nella valutazione della domanda di accesso

Richiedere il Reddito di dignità Puglia, comporta avere determinati requisiti per ottenerne il relativo beneficio.

Oltre a rientrare come fascia reddituale, ci sono alcuni aspetti che risultano molto importanti per determinare il punteggio per avere il completo accesso:

  • Essere maggiorenni;
  • Avere dodici mesi di residenza in Puglia;
  • Isee come abbiamo visto che non superi i 3 mila euro annui;
  • Non si usufruisca di indennità assistenziali o previdenziali per un importo superiore a 600 euro al mese.

Reddito di dignità infografica

Inoltre permettono un maggiore riguardo quei nuclei familiari che:

  • Hanno figli e anche minori di età;
  • Hanno al loro interno persone disabili o non autosufficienti;
  • Si tratta di una famiglia con un solo genitore.

Il punteggio minimo da raggiungere è di 45 su 100 per permettere di risultare beneficiari del ReD.

L’inclusione attiva

La novità e per certi aspetti la dimostrazione di un modello da prendere a riferimento anche per altre realtà territoriali è rappresentata dal coinvolgimento di tutte le forze politiche e sociali nell’ambito del Reddito di Dignità.

Infatti risultano coinvolti:

  1. Gli Enti locali;
  2. Asl;
  3. Istituzioni scolastiche e culturali;
  4. Asp e società partecipate.

Anche le realtà come piccole e medie imprese o del terzo settore, così come varie associazioni di categoria, private o le stesse parrocchie, concorrono in maniera attiva a realizzare, ognuno nelle proprie competenze, questa misura di Reddito.

In tale modo tutta la società diventa parte attiva e consente un più facile reinserimento a quelle categorie di persone più sfortunate e in difficoltà.

Sei d’accordo che il Reddito di Dignità in Puglia abbia la durata di 12 mesi?
RISPONDERE
Francesca Lombardi / Caporedattore
Le è piaciuto questo articolo? Condividelo con I suoi amici , per favore
Classifica
( 3 , average 5 from 5 )
Finanzaitalia.net
Commento: 4
  1. Marino

    percepisco il reddito di cittadinanza e ho firmato il patto di inclusione. Posso richiedere anche il reddito di dignità? Vivo in Puglia. Grazie

    1. Francesca Lombardi (автор)

      No. Il reddito di dignità è stato pensato per coloro che non hanno accesso al reddito di cittadinanza.

  2. Salvatore

    non ho un computer. Come posso richiedere il reddito di dignità?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      È obbligatoria la richiesta con modalità telematica ma qualora non ne avesse la possibilità può tranquillamente recarsi presso un caf o un patronato e usufruire dai servizi da loro offerti

Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:
Cliccando sul bottone "Pubblica il commento", io accetto il trattamento dei dati personali e autorizzo la presente politica della confidenzialità.