<link rel="stylesheet" href="//fonts.googleapis.com/css?family=Roboto%3A400%2C400i%2C700">Quanto costa il passaggio di proprietà di una moto — costi di moto a 125 сс, 600 сс, 50cc
Costo passaggio di proprietà moto

È DAVVERO COSTOSO E COMPLICATO PROVVEDERE AL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ DELLA MOTO?

A chi bisogna rivolgersi per conoscere la documentazione da predisporre per un passaggio di proprietà moto?

Una guida in cui capire cos’è il passaggio di proprietà e i costi da sostenere per essere in regola con le norme vigenti.

Breve introduzione

Affrontare la tematica inerente il costo del passaggio di proprietà moto, può sembrare ad un primo approccio qualcosa di complicato e per molte persone anche molto noiosa, dovendo immaginare di andare da un ufficio all’altro per ottenere i documenti necessari.

In realtà come vedremo, ci sono varie procedure burocratiche da assolvere affinché vengano rispettate le norme in vigore e risultare conforme alle norme.

Ma cosa si intende per passaggio di proprietà?

Significa trasmettere il possesso della propria moto, alla persona che ne procede all’acquisto, divenendo il nuovo proprietario.

Il tutto avviene seguendo degli step necessari:

  1. Chi vende pone una firma autentica;
  2. La registrazione della proprietà che avviene presso il PRA nel tempo massimo di 60 gg;
  3. Successivamente viene rilasciato il certificato digitale di proprietà (CDPD);
  4. La carta di circolazione subisce un aggiornamento per mano dell’ufficio provinciale che appartiene alla Motorizzazione Civile.

Non bisogna tralasciare nessuno di questi passaggi, perché se dovessero esserci dei controlli, si potrebbe incorrere in delle sanzioni dal punto di vista monetario e comportare che venga ritirata la licenza di circolare, in base a quanto previsto nel Codice della Strada nell’art. 94.

Cosa serve per effettuarlo?

Intanto bisogna capire in quale maniera si può effettuare questa procedura e le relative differenze:

  • Presso gli sportelli STA attivi al PRA dove la somma relativa al costo riguardante la trasmissione di proprietà della moto, viene pagata allo sportello, in contanti oppure tramite bancomat;
  • Agli stessi sporteli che si trovano nelle Agenzie pratiche auto oppure qualche ufficio che è delegato dall’ACI, ma che, a parte i costi relativi al passaggio bisogna aggiungere anche quelli di intermediazione;
  • Presso gli STA presenti negli uffici della Motorizzazione Civile, dove il pagamento avviene tramite bollettini postali già marcati, consegnando in tale sede la ricevuta di ciò che si è pagato.

La documentazione utile

Analizziamo poi la documentazione utile affinché si attivi e completi questa procedura burocratica:

  • Possedere il certificato attestante la proprietà;
  • L’atto che determina la vendita: questo può avere la forma pubblica in bollo, di dichiarazione autenticata oppure la forma di documento ufficiale attestante l’avvenuta vendita, con firma autentica;
  • Un apposito modello da esibire al PRA, dove è presente il C.F. dell’acquirente;
  • La licenza di circolazione sia originale che in fotocopia;
  • La carta di circolazione inoltre viene aggiornata con i nuovi dati grazie al modulo TT 2119;
  • Copia del documento di riconoscimento di chi acquista;
  • In alcuni casi specifici si richiede anche un’autocertificazione attestante la residenza di chi risulta intestatario.

Una novità introdotta recentemente vede l’opportunità di accedere online al sito ACI dove poter consultare il proprio certificato di proprietà, anche se non lo si ha in formato cartaceo.

La moto deve però risultare immatricolata successivamente al 5 ottobre del 2015.

Quanto costa il passaggio di proprietà di una moto

Si può risparmiare? 

Come è normale che sia, provvedere alle varie fasi riguardanti il passaggio di proprietà moto, significa anche dover sopportare dei costi, dovuti all’espletamento delle pratiche viste in precedenza.

Comunque sono fattibili differenti strade

Una via percorribile che risulta essere semplice e immediata, oltre che utilizzata, consiste nel delegare una qualsiasi Agenzia Pratiche Auto, che, essendo intermediatrice, consta di un importo caratterizzato sia dalle spese per il passaggio che da quelle relative all’intermediazione.

Altrimenti si può optare gestendo la pratica da sé, che sicuramente permette di risparmiare qualche euro ma potrebbe comportare anche perdere maggiore tempo.

Un consiglio molto importante, quando si vuole acquistare una moto usata, consiste inizialmente nel verificarne lo stato attraverso una visura, avendo così la certezza che non sono presenti dei fermi o altre condizioni vincolanti, che possano comportare ulteriori problematiche da risolvere.

Credi sul passaggio di proprietà moto debbano essere attivate delle procedure burocratiche più semplici?
RISPONDERE

Quanto costa il passaggio di proprietà di una moto?

La tabella che segue fornirà nel dettaglio quali sono i costi quando si provveda da soli senza intermediari:

DOCUMENTAZIONEIMPORTI
Autenticazione firma da effettuare in Comune0,50 €
Costo marca da Bollo16,00 €
Imposta di Bollo e conseguente trascrizione al PRA32,00 €
Aggiornare la licenza di circolazione16,00 €
Diritti spettanti alla Motorizzazione9,00 €
Versamenti ACI27,00 €
Altra marca da bollo16,00 €
Spese per i diritti di segreteria1,00 €
TOTALE102,50

Quando invece ci affidiamo a qualche agenzia, dovendo pagare l’intermediazione, il costo complessivo potrebbe aggirarsi sulla cifra di euro 200,00.

La presentazione al PRA

Tutti i documenti obbligatori, avendo provvisto quindi ai pagamenti degli importi relativi ai vari certificati utili, devono essere consegnati presso gli uffici del PRA, che provvede a certificare il passaggio di proprietà della moto.

La presentazione della documentazione conteggia un periodo di tempo massimo di 60 giorni e successivamente il PRA rilascerà al nuovo proprietario un certificato ex novo, in quanto contenente i dati dell’acquirente e un bollino applicabile sulla carta di circolazione.

Solo per mezzo della registrazione viene attestata ufficialmente la nuova proprietà, altrimenti nell’eventualità di danneggiamenti al veicolo, ne dovrà rispondere il proprietario precedente.

Cos’è il documento unico

Il 1° luglio del 2018 rappresenta una novità in relazione al passaggio di proprietà della moto: infatti diventa ufficiale la presenza per ogni mezzo del documento unico.

Esso contiene in un’unica formula il certificato di proprietà insieme al libretto di circolazione: un documento pertanto in dotazione ai nuovi veicoli, a differenza dei mezzi che sono già immatricolati, che continueranno ad avere come valida la precedente documentazione di cui i proprietari già sono in possesso.

Questa scelta nasce dalla volontà da parte del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti di ottimizzare le procedure burocratiche e quindi anche i costi amministrativi.

Costo passaggio di proprietà moto 125 сс

Cosa quindi contiene questo documento unico di circolazione?

  • I dati dell’intestatario;
  • I dati tecnici;
  • Situazione giuridica e patrimoniale della moto;
  • Privilegi ed ipoteche o altro provvedimento a carattere amministrativo e/o giudiziario.

La richiesta di questo documento unico è effettuata presso la Motorizzazione o tramite lo Sportello Telematico dell’automobilista, quando riguarda l’immatricolazione oppure un aggiornamento.

Sono esclusi da tutto ciò i ciclomotori, oltre che altri veicoli specifici.

Una distinzione importante

Quando si tratta l’argomento delle moto o del relativo costo del passaggio di proprietà, bisogna fare molta attenzione perché ci sono delle differenze importanti.

Infatti una distinzione che forse non molti conoscono è quella tra motocicli e ciclomotori.

Il motociclo

Ha una cilindrata superiore ai 50 cc e dalla 125 cc bisogna possedere la patente A.

Può avere cambio automatico o le marce e lo si può differenziare tra quello adatto a tragitti su strada o anche in strada.

Il ciclomotore

Questo invece non può avere una cilindrata superiore ai 50 cc, ha una velocità anche limitata e nel caso in cui si trasporta una seconda persona bisogna essere maggiorenni e avere anche la Patente A.

Rispetto alle conosciute procedure riguardanti il passaggio di proprietà, il ciclomotore, essendo un 50 di cilindrata non necessita della registrazione al PRA, pertanto non ha bisogno neanche di essere dotato del certificato di Proprietà.

L’introduzione della targa a 6 numeri, lo dota però di un Certificato di Circolazione, dove risultano però presenti tutti i dati necessari che riguardano l’effettiva proprietà.

Costo passaggio moto infografica

Le variazioni di costo

Anche se nella media, il costo del passaggio di proprietà moto si mantiene sulle cifre che abbiamo visto precedentemente, possono però essere presenti delle variazioni.

Infatti in base al Comune di appartenenza risulta differente l’importo relativo all’Imposta Provinciale di Trascrizione: in effetti succede che questa venga modificata dalle Province, deliberando un aumento capace di raggiungere una soglia massima del 30% in più, secondo la categoria alla quale appartiene il veicolo.

In genere i motocicli, dal pagamento di questa imposta sono esclusi, ma non quelli risultanti d’epoca.

Simulare un passaggio di Proprietà

Inoltre è anche possibile in via anticipata simulare un passaggio di Proprietà, attraverso la presenza di calcolatori online che sono a titolo dimostrativo, ma che possono dare un’idea molto vicina a quelli che poi saranno i calcoli reali e ufficiali.

Infine bisogna anche chiarire come, il costo del passaggio di proprietà di una moto 125 cc, o cilindrate superiori del tipo 600 cc, non subisce variazioni, a differenza dei modelli di cilindrata 50 cc o inferiore, in quanto non essendo registrati al PRA, sono esentati da voci fisse di costo.

Preferisci gestire da te le pratiche per il passaggio di proprietà della moto risparmiando sui costi, oppure affidarti all’intermediazione dell’Agenzia?
RISPONDERE
Francesca Lombardi / Caporedattore
Le è piaciuto questo articolo? Condividelo con I suoi amici , per favore
Classifica
( 4 , average 5 from 5 )
Finanzaitalia.net
Commento: 10
  1. Tiziano

    Buongiorno, sto acquistando un nuovo scooter e ho deciso di arrangiarmi per fare le carte e risparmiare qualcosa. Mi confermate che la differenza nel prezzo del passaggio di proprietà moto 125cc 50cc 600 cc è tra veicoli con meno di 50cc e veicoli con più di 50cc? Grazie

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Buongiorno Tiziano. Come spiegato nell’articolo, lo scooter è un ciclomotore che non può essere di cilindrata superiore ai 50cc e di conseguenza non è iscritto al PRA e non ha bisogno di passaggio di proprietà. Per questi motivi, i costi da sostenere sono più bassi quindi confermo quanto richiesto.

  2. Luca

    Salve. Devo vendere la mia moto, chi deve pagare il passaggio di proprietà costo?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Buongiorno Luca. Il pagamento del passaggio di proprietà della moto spetta all’acquirente salvo differenti accordi quindi per lei che vende non ci sarà alcuna spesa da sostenere.

  3. Lorenzo

    Ciao. Devo comprare lo scooter. Quanto mi costa il passaggio di proprietà?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Buongiorno Lorenzo. Nel caso dei ciclomotori, non è richiesto il passaggio di proprietà. In ogni caso, è prevista una procedura semplificata il cui costo si aggira intorno ai 55 euro.

  4. Marco

    Buongiorno. Dove leggo se si tratta di motociclo o ciclomotore? Grazie

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Buongiorno Marco. L’informazione è riportata sul certificato di circolazione

  5. Federigo

    Devo acquistare uno scooterone 460cc, quanto mi costa il passaggio di proprietà?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Buongiorno Federigo,
      se si rivolge all’ACI o ad un’agenzia di pratiche auto, per il passaggio di pagherà indicativamente 200 euro. Ma le consigliamo di informarsi presso l’ufficio a lei più comodo da raggiungere.

Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:
Cliccando sul bottone "Pubblica il commento", io accetto il trattamento dei dati personali e autorizzo la presente politica della confidenzialità.

Privacy Preference Center

      Necessary

      Advertising

      Analytics

      Other