<link rel="stylesheet" href="//fonts.googleapis.com/css?family=Roboto%3A400%2C400i%2C700">Congedo parentale per il padre per la nascita del figlio — quando il padre è lavoratore e la madre casalinga
Congedo parentale padre 2019

COME FUNZIONA IL CONGEDO PARENTALE PER IL PADRE QUANDO NASCE UN FIGLIO?

Il congedo parentale per il padre per la nascita di un figlio è una conquista piuttosto recente nella nostra società.

Fin dal 2012 è stato istituto il congedo parentale obbligatorio per il padre e quello facoltativo alternativamente per il padre o per la madre.

Nel 2019 sono state inserite alcune modifiche. Vediamo in che cosa consiste e quali sono le novità.

Che cos’è

Il congedo parentale per il padre lavoratore è una tutela per i lavoratori dipendenti.

Tutti i dipendenti, infatti, oggi, grazie alle nuove leggi, godono della possibilità di avere alcuni giorni di permesso retribuito nel caso di nascita di un figlio, ma anche per le adozioni e l’affidamento.

La ratio di questa scelta è quella di permettere anche all’uomo di trascorrere del tempo con la propria famiglia nel momento in cui avviene una modifica tanto importante nell’assetto famigliare.

Il fatto che sia stato istituto il congedo parentale per il padre alla nascita di un figlio tende a mettere sullo stesso piano i due genitori.

In precedenza si considerava solo la donna

Mentre in precedenza si considerava solo la donna, oggi c’è la volontà di equiparare i diritti in modo da garantire al bambino la massima assistenza anche da parte del padre.

Tanto più che nella società odierna non si assiste più a una bipartizione dei compiti tra donna-casalinga e uomo-lavoratore, ma molto spesso i ruoli si sovrappongono e si scambiano.

Il congedo parentale obbligatorio, come dice la parola stessa, obbliga anche il padre a rimanere a casa dal lavoro per alcuni giorni, mentre il congedo facoltativo può essere utilizzato o meno a seconda delle necessità e, infatti, deve essere in alternativa a quello della madre.

Nella finanziaria di quest’anno il numero di giorni è aumentato.

Congedo parentale padre per la nascita del figlio

Le novità nel 2019

Infatti, il congedo parentale per il padre 2019 prevede 5 giorni di permesso, mentre in precedenza ne era concesso uno solo.

Tuttavia, bisogna usufruire di questo vantaggio entro il quinto mese del bambino.

Nel caso di adozione o affidamento, entro cinque mesi dalla data in cui il bambino entra a far parte della famiglia. I giorni di congedo non è necessario che siano continuativi, ma possono essere fruiti anche separatamente.

Bambini nati del 2018

La legge prende in considerazione anche le famiglie con bambini nati del 2018, che non hanno potuto godere di questo beneficio, consentendo in questo caso 4 giorni di congedo.

La seguente tabella indica le modalità in cui ciò avviene:

Data di nascita (o affido o adozione) del bambinoGiorni di congedo
01/01/2018 – 31/12/20184 giorni (entro 5 mesi dalla nascita o entrata in famiglia)
01/01/2019 – 31/12/20195 giorni (entro 5 mesi dalla nascita o entrata in famiglia)

Congedo parentale padre infografica

Il congedo facoltativo

Il congedo facoltativo, invece, è di un solo giorno.

Anche in questo caso deve essere fruito entro 5 mesi, ma è alternativo a quello materno. Può essere goduto anche se la madre è ancora in maternità, ma accorcerà di un giorno il congedo materno.

Il congedo facoltativo spetta al padre anche se la madre ha fatto rinuncia del proprio congedo.

Di fatto, quello del congedo paterno è a tutti gli effetti un diritto autonomo rispetto a quello materno e l’uomo ne potrebbe godere anche qualora la madre non lavorasse.

Nel caso, per esempio, di una madre casalinga, senza quindi diritto all’astensione lavorativa, il padre può godere di tutti i sei giorni: sia i cinque obbligatori, sia quello facoltativo.

Negli ultimi anni, il diritto al congedo parentale è stato esteso anche al padre. A tuo parere:
RISPONDERE

Retribuzione durante il congedo

Per quanto riguarda la retribuzione sia il congedo obbligatorio sia quello facoltativo consentono al padre di percepire la retribuzione al 100% senza alcuna decurtazione sullo stipendio.

Inoltre, anche i dipendenti a tempo determinato hanno diritto di godere della stessa tutela dei dipendenti a tempo indeterminato.

Sono invece sottoposti a riduzione dello stipendio i congedi parentali, sia per la madre sia per il padre, di 10 mesi e utilizzabili in alternativa da uno dei due genitori dipendenti.

Congedo parentale padre lavoratore

La riduzione avverrà nel seguente modo

Età del bambinoIl modo della risuzione
Fino al compimento dei 3 anni:nessuna riduzione di stipendio nel primo mese del bambino e retribuzione del 30% nei 5 mesi seguenti;
Tra i 6 mesi e gli 8 anni:solo nel caso in cui il reddito di chi usufruisce del congedo è inferiore a 2,5 volte la pensione minima previsto per quell’anno;
Oltre gli 8 anni e fino ai 12:non viene corrisposto alcuno stipendio.

Anche nel periodo in cui si è in astensione dal lavoro per il congedo parentale, vengono versati i contributi e il periodo viene conteggiato in quello contributivo per la pensione.

Congedo parentale padre scuola

Anche nel comparto scolastico è presenta questa tutela ed è a vantaggio sia dei docenti sia del personale ATA.

Anche i supplenti, trattandosi di personale a tempo determinato, sono inclusi nella normativa tra i beneficiari.

Tuttavia si è ancora in attesa che il Ministro per la Pubblica Amministrazione regolamenti le novità introdotte nel 2019 specificando i tempi e le modalità di attuazione della norma.

Nel 2019 sono stati estesi i giorni di congedo parentale per il padre: 5 obbligatori e 1 facoltativo. Secondo te:
RISPONDERE
Francesca Lombardi / Caporedattore
Le è piaciuto questo articolo? Condividelo con I suoi amici , per favore
Classifica
( 3 , average 5 from 5 )
Finanzaitalia.net
Commento: 6
  1. Niccolo

    Il datore di lavoro può opporsi a concedere il congedo anteponendo le esigenze aziendali?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      No, in quanto non è una decisione unilaterale; piuttosto possono essere individuate le modalità e i criteri a seguito di una contrattazione collettiva.

  2. Paolo S.

    Il congedo parentale può essere utilizzato da entrambi i genitori che svolgono un’attività subordinata?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Certamente. L’unica differenza sta nel fatto che il padre può utilizzare il congedo e la madre i riposi orari giornalieri, mentre non può avvenire al contrario.

  3. Cristiano

    Quando termina il periodo del congedo parentale, posso richiedere un periodo di ferie?

    1. Francesca Lombardi (автор)

      Si, anche se è bene concordarsi con il datore di lavoro, perché in questo caso il riferimento sono le norme contrattuali riguardanti le ferie.

Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:
Cliccando sul bottone "Pubblica il commento", io accetto il trattamento dei dati personali e autorizzo la presente politica della confidenzialità.